Archiviato perCodice Valois

La maestosa carta per la festa di “Tutti i Santi” del Codice Valois, quattro le teorie dei santi

E' una pagina maestosa e brillante, la miniatura a tutta pagina della c.127v del Codice Valois dedicata alla festa religiosa di "Tutti i santi". Lo spazio è diviso dalle ondate delle nuvole e nella parte in alto si apre una un'area luminosa sfolgorante d'oro in cui è raffigurata la Trinità con Dio Padre e Cristo,...

“L’Oro di Dio” nella Casa natale di Giotto, giornata di studi tra miniature e pittura

Mariapaola Corona

« Dessa famiglia possedé una gran parte del Casentino, del Valdarno, di Ampinana, dicomano, d’Empoli, di Monte Apertoli, di Cerreto Guidi e della Romagna, col titolo di Conti Palatini della Toscana, con Signoria di diverse città, come Vicarj di Santa Sede. Le storie tutte sono piene di fatti illustri di questa famiglia… Ebbe tali e tanti…

Alla Casa di Giotto “L’Oro di Dio dalla miniatura ai capolavori di Giotto e dei maestri dal XIII al XV secolo”

Codice Valois
“ Credette Cimabue ne la pittura / Tener lo campo, e ora ha Giotto il grido /Sì che la fama di colui è scura” . Sono le parole di Dante, suo stretto contemporaneo che nell’XI canto del Purgatorio afferma la superiorità di Giotto sul maestro, una fortuna artistica riconosciuta in vita anche da altri come...

La bellezza senza tempo di un edizione in facsimile, il Codice Valois

Una immagine dell'edizione in facsimile del Ms.2020 Codice Valois
Nella nostra rubrica ricorre spesso la parola facsimile, ma siamo sicuri di sapere esattamente cosa si intende con questo termine ? Letteralmente sta a significare “ fa una cosa simile” , espressione apparsa per la prima volta in Inghilterra nel Seicento e in seguito entrata nell’uso comune, nella prima metà dell’Ottocento, dopo essere stato accettato...

Il Codice Valois, dall’originale alla riproduzione in facsimile

Una immagine dell'edizione in facsimile del Ms.2020 Codice Valois
Il codice pergamenaceo conservato presso il Fondo manoscritti della Biblioteca Casanatense di Roma con la dicitura Ms. 2020 è formato da 147 carte con decorazione miniata costituita da 14 piene pagine e 96 vignette che si riferiscono al contenuto dei testo, il manoscritto ha una legatura conservativa ottocentesca in marocchino rosso su assi di cartone...

Il Codice Valois tra gli Evangeliarium della Biblioteca Casanatense

Grande bibliofilo e collezionista di opere rare, il cardinale Girolamo Casanate ( 1620-1700), al quale si deve la nascita e il primo sviluppo della Biblioteca Casanatense, lasciò in eredità un cospicuo patrimonio bibliografico ai domenicani della basilica di Santa Maria Sopra Minerva a Roma,  importante non solo per quantità ma soprattutto per qualità. La sua...

La sacra Epifania nel Vangelo del Principe di Francia

Come un grande racconto illustrato, l’Evangelistario casanatense, edito in facsimile e denominato Codice Valois percorre gli episodi più salienti dei Vangeli soffermandosi in particolare all’inizio alle pagine dedicate alla nascita del Salvatore. Tra le pagine miniate interamente spicca per la brillantezza dei cromatismi e la vivacità della scena narrata, la pagina che accoglie la miniatura...

Aspettando il Natale…con il Codice Valois

Come più volte sottolineato l’Evangelistario fatto realizzare dalla Regina Claudia per il figlio Francesco I , Delfino di Francia doveva seguirlo nel suo esilio per completare in questo modo la sua educazione religiosa. Un manoscritto particolarmente ricco, data la regale commissione, di illustrazioni e con ben quattordici miniature a tutta pagina che illustrano gli episodi...

Il Codice Valois. Un manoscritto per il regale esilio dei figli di Carlo V

E’ sempre una grande emozione quando un’opera riceve le attenzioni della stampa, lo è ancor di più quando si tratta della stampa specializzata come nel caso di Alumina la prestigiosa rivista diretta da Gianfranco Malafarina che dal 2003 dedica le sue pagine interamente ai manoscritti, ai codici miniati, a tutti quei segreti che stanno dietro…

Vallecchi. Quando il facsimile è un ‘opera d’arte limited edition

Custoditi gelosamente nei depositi delle biblioteche e inaccessibili al pubblico e talvolta anche gli studiosi, se non sotto specifica richiesta, i codici miniati rappresentano una fonte preziosissima per la ricerca, da qui l’importanza delle edizioni in facsimile come più spesso sottolineato da alcuni degli intellettuali e studiosi italiani come Federico Zeri, Antonio Paolucci, Umberto Eco....
1 2