Archiviato perMuseo di San Marco

Miniatura, un’arte spesso al femminile praticata nei conventi, il caso di Plautilla Nelli

Ms San Marco 566 iniziale A 1558 attribuita a Plautilla Nelli
A Firenze, dove oggi si trova l’edificio che ospita il Comando Militare per il Territorio dell’Esercito Toscano, nel 1500 venne costruito, grazie a Camilla Bartolini Davanzati e dal marito Ridolfo Rucellai, un convento domenicano intitolato a S. Caterina da Siena che venne consacrato nel 1506. Qui, durante la cacciata dei Medici nel 1527 venne affidata...

18 febbraio la festa del Beato Angelico patrono universale degli artisti

Sabato 18 febbraio in occasione della Festa del Beato Angelico, patrono universale degli artisti, all’interno della Biblioteca di San Marco si svolgerà una cerimonia di presentazione del restauro della celebre "Pala di Annalena" del Beato Angelico che, fortemente danneggiata, insieme alla predella, il 19 settembre del 2014 quando il Museo di San Marco e il...

La magia dell’Angelico “miniatore” nello splendore del Messale di San Domenico

Visibile in parte soltanto durante le rare occasioni di esposizione al pubblico nelle teche del museo di San Marco, il Messale di San Domenico esce dal suo “rifugio” e viene oggi riprodotto per la prima volta a grandezza naturale insieme a una selezione di miniature dai Corali di San Marco di Zanobi Strozzi, allievo del...

Beato Angelico. Quella pittura divina che guarda al Rinascimento

Oro di Dio - Beato Angelico - Deposizione dalla Croce
E’ un’opera destinata a segnare una svolta nella pittura fiorentina del suo tempo e forse il capolavoro dipinto su tavola dal Beato Angelico. Parliamo della “Deposizione dalla Croce” conservata nel Museo di San Marco e realizzata dall’artista nel 1432 quando gli venne affidata per completare la pala che era stata iniziata da Lorenzo Monaco su...

Il facsimile del Messale di San Domenico in mostra permanente al Museo di S. Marco

Come annunciato nei giorni scorsi, l'emittente televisiva RTV38 ha voluto dedicare un servizio all'edizione in facsimile del "Messale di San Domenico" da noi realizzata e conservata in maniera permanente in una teca all'interno della Biblioteca di S. Marco insieme agli antichi codici che ne componevano il patrimonio librario. Intervistata dalla giornalista Patrizia Menghini, la D.ssa...

“Credo in unum Deum” Il martirio di san Pietro da Verona miniato dal Beato Angelico

“Credo in unum Deum” è la frase scritta con il suo sangue prima della tragica morte lungo la strada che da Como conduce a Milano nella foresta di Seveso, nei boschi di Barlassina, in cui verrà ucciso da un sicario in un agguato. E’ così che muore il 6 aprile del 1252 Pietro Rosini, frate...

Vespasiano da Bisticci, l’arte della legatura fiorentina nel Quattrocento

Particolare della legatura del Messale del Beato Angelico
Quattro borchie angolari e al centro un doppio rosone concentrico in ottone traforato fermato da una borchia. E’ alla legatura del Codice 515 sempre del Museo di San Marco a Firenze che si ispira quella realizzata per l’edizione in facsimile del Messale di San Domenico, il più vicino per tipologia e cronologia  al Messale 558,...

“Noli me tangere” nel Messale di San Domenico

C. 64 v Messale del Beato Angelico "Noli me tangere"
“Dopo che la Maddalena si è data alla penitenza, è stata resa dal Signore così grande per grazia, che dopo la Beata Vergine non si trova donna alla quale nel mondo non si renda maggior riverenza e non si dia maggior gloria in cielo”. Con queste parole Umberto de Romans testimonia la diffusione in occidente...

San Giovanni evangelista “Il discepolo che Gesù amava”

C.13 V Messale di San Domenico Beato Angelico
Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle pregevoli miniature composte dal Beato Angelico per il Messale di San Domenico che, grazie all’edizione in facsimile, esce dal suo scrigno in cui viene conservato, il Museo di San Marco a Firenze, per essere ammirato da un pubblico di appassionati bibliofili e amanti delle edizioni a stampa di...

“Rorate celi desuper et nubes pluant iustum” l’Annunciazione nell’Angelico

Sono trenta le iniziali miniate arricchite da scene e fregi che si allungano nei margini con decorazioni fogliate e a filigrana che arricchiscono il Messale di San Domenico miniato dal Beato Angelico nel terzo decennio del Quattrocento, periodo in cui il frate domenicano era presente nel convento sulle colline fiorentine, lungo la strada che conduce...
1 2