Archiviato perGiotto

Tesori ritrovati. Le opere restaurate per Gubbio al tempo di Giotto in mostra a Palazzo Consoli

La grande mostra “Gubbio al tempo di Giotto” si è chiusa con successo, con importanti riscontri di critica e con più di 26.000 visitatori. Pubblico interessato e specialisti hanno potuto apprezzare il racconto proposto, volutamente decentrato su tre sedi eugubine, scelte non casualmente, ma perché rappresentative dei centri del potere medioevale, i più antichi palazzi civici…

Il cantiere di Giotto : capolavori del Trecento in mostra in Umbria.

Quattro comuni dell’Umbria, Trevi, Montefalco, Spoleto e Scheggino, luoghi che furono dei veri e propri cantieri nell’Appennino centrale dell’Italia, luoghi in cui fiorì la produzione artistica “sotto il segno di Giotto” e che oggi rendono omaggio a quel periodo così ricco di linguaggi artistici. “ Capolavori del Trecento. Il cantiere di Giotto, Spoleto e l’Appenino”…

“Gubbio al tempo di Giotto. Tesori d’arte nella terra di Oderisi”, l’arte del XIII secolo in mostra

“Oh!” diss’io lui, “non se’ tu Oderisi, l’onor d’Agobbio e l’onor di quell’arte ch’alluminar chiamata è in Parisi?” “Frate” diss’elli, “più ridon le carte che pennelleggia Franco Bolognese; l’onore è tutto suo, e mio in parte”. Siamo nell’ XI Canto del Purgatorio della Divina Commedia dove vengono puniti i superbi e Dante incontra qui Oderisi,…

Intervento di restauro per la Madonna col Bambino di Giotto della Pieve di Borgo San Lorenzo

Sarà sottoposta ad un intervento di restauro la “Madonna col Bambino” di Giotto oggi conservata nella Pieve di Borgo San Lorenzo, frammento di una più ampia composizione che si trovava sull’altare maggiore dell’Oratorio della Beata Vergine degli Azzurri presso la Compagnia di Sant’Omobono. I fedeli abituati alla sua presenza e i visitatori dovranno aspettare un…

Firenze, torna l’appuntamento con “In collezione”, riapre al pubblico la Collezione della Fondazione CR Firenze

E’ un’occasione da non perdere e che ritorna dopo il successo di due anni fa quando a visitarla furono oltre settemila persone, un viaggio nell’arte italiana, toscana in particolare, e nei suoi capolavori, dal XIII al XX secolo, da Giotto a Primo Conti, passando per Filippino Lippi, Mariotto di Nardo, Perugino, Vasari, per arrivare ai…

La Madonna di San Giorgio alla Costa di Giotto al Museo dell’Opera del Duomo di Firenze

Da sabato 10 febbraio  al Museo dell’Opera del Duomo a Firenze è stata esposta la Madonna di San Giorgio alla Costa di Giotto in prestito temporaneo dal Museo Diocesano di Santo Stefano al Ponte, chiuso al pubblico, e a venticinque anni dall’attentato di via dei Georgofili a Firenze che l’aveva danneggiata e di cui sono ancora…

Prosegue il viaggio nei comuni del Mugello “Sotto il cielo di Giotto” fino al 7 gennaio

Ancora per alcuni mesi, fino al 7 gennaio del 2018 sarà possibile visitare i luoghi storici e i musei coinvolti nell’iniziativa Nel Mugello “Sotto il cielo di Giotto” promossa dall’Assessorato al Turismo dell’Unione dei Comuni del Mugello e dal Comune di Vicchio con il supporto scientifico dell’associazione STARE e in collaborazione con il Ministero dei...

Giotto, nelle Storie di San Francesco nella Cappella dei Bardi il suo testamento artistico

Durante il Rinascimento era oggetto di studio da parte degli artisti che qui venivano per ammirarne l’espressività e l’impianto solenne della scena narrata. Parliamo del ciclo di pitture dedicate alla figura di San Francesco d’Assisi che ancora oggi è possibile ammirare nella Basilica di Santa Croce, nella Cappella dei Bardi ed in particolare ci riferiamo...

Giotto, colui che “rimutò l’arte del dipingere di greco in latino e ridusse al moderno”

Come ben precisato da Cennino Cennini alla fine del Trecento “ Giotto rimutò l’arte del dipingere di greco in latino e ridusse al moderno”, abbandonato l’astratto simbolismo dei modelli bizantini l’opera di Giotto fu capace di infondere vitalità nei personaggi rappresentati mettendo in scena azioni concrete. I personaggi dei cicli pittorici sacri abbandonano così il...

Giotto, una nuova narrazione per la Passione di Gesù nella Cappella degli Scrovegni

Il Bacio di Giuda o la Cattura di Cristo è uno degli affreschi più noti del ciclo della Cappella degli Scrovegni all’interno delle Storie della Passione di Gesù  di Giotto datato tra il 1303 e il 1305. Il momento drammatico della cattura di Gesù si svolge all’aperto e nella costruzione l’artista ha attinto a tutti...
1 2 3 4