fbpx

Archiviato perdisegni

L’arte di collezionare capolavori di Sebastiano Resta

Codice Resta
Sebastiano Resta nacque a Milano nel 1635, di nobile famiglia si dedicò agli studi di lettere e filosofia presso il Seminario maggiore di Milano, ottenendo dall’arcivescovo Alfonso Litta la laurea in filosofia, proseguì gli studi giuridici a Pavia al Collegio Borromeo, dove si trasferì nel 1656, al termine dei suoi studi in diritto civile a...

I “Ghiribizzi” di Leonardo da Vinci rivivono nell’opera editoriale ” I disegni più belli”

«Ed ogni giorno faceva modelli e disegni da potere scaricare con facilità monti e forargli per passare da un piano a un altro, e per via di lieve e di argani e di vite mostrava potersi alzare e tirare pesi grandi: e modi da votare porti, e trombe da cavare de’ luoghi bassi acque, che...

Sempre nella variazione de’ tempi vedrai varietà di talenti, e di valore

“Galleria portatile” disegni de’ migliori maestri italiani, capi delle quattro scuole, Fiorentina antica, Romana antica e moderna, Venetiana antica, Lombarda antica e anco, per la benemerenza de’ Carracci Bolognesi, moderna. Quanto alle scuole l’ordine degli autori sarà promiscuo: si osservar’ moralmente secondo i tempi loro. Sempre nella variazione de’ tempi vedrai varietà di talenti, e...

La Galleria Portatile di Sebastiano Resta

Figura chiave nel collezionismo e nel mercato del disegno, tra la fine del ‘600 e l’inizio del ‘700, padre Sebastiano Resta ( Milano 1635-Roma 1714) aveva rapporti con i più importanti conoscitori e collezionisti di grafica che ne fecero in questo ambito un punto di riferimento. Nato a Milano nel 1635 si trasferì a Roma nel...

Un meraviglioso “Sogno” in dono per Messer Tommaso de’ Cavalieri

“..et infinitamente amò più di tutti Messer Tommaso de’ Cavalieri gentiluomo romano, quale essendo giovane e molto inclinato a queste virtù, perché egli imparassi a disegnare, gli fece molte carte stupendissime disegnate in lapis nero e rosso di teste divine, e poi gli disegnò un Ganimede rapito in cielo da l’uccel di Giove, un Tizio...

Una preziosa selezione di disegni di Michelangelo nel cofanetto monografico I Disegni più belli

“Abruciò gran numero di disegni, schizzi e cartoni fatti di man sua, acciò nessuno vedessi le fatiche durate da lui et i modi di tentare l’ingegno suo per non apparire se non perfetto”, prima di morire a Roma nel 1564 Michelangelo rapito dall’ansia di perfezione, fece sparire un gran numero di disegni, come ci ricorda...

Raffaello Parmigianino Barocci Metafore dello sguardo tra modello ed eredità artistica

Un confronto fra tre grandi protagonisti dell’arte italiana, una mostra di sguardi che si incrociano è “Raffaello Parmigianino Barocci Metafore dello sguardo” appena inaugurata a Roma ai Musei Capitolini e che rimarrà aperta al pubblico fino al 10 gennaio. Attraverso dipinti, disegni e stampe viene indagato il rapporto che lega Raffaello al Parmigianino e a...

D’Apres Michelangelo, la fortuna dei “fogli d’omaggio” in una mostra al Castello Sforzesco

Opera emblematica del gruppo dei disegni noti con la denominazione di presentation drawings, secondo la definizione coniata da Johannes Wilde, la celebre testa di “Cleopatra”, un disegno a matita nera delle dimensioni di mm.232X 182, datata 1535, conservata nel Museo Fiorentino di Casa Buonarroti è tra le opere selezionate per l’opera editoriale di Vallecchi “Michelangelo,...
1 6 7 8