Archiviato perCodice

Angelicus Pictor maestro della miniatura con il Messale di San Domenico al Museo di San Marco

Padrone delle tecniche pittoriche più diverse, dalla tempera su tavola a quella su pergamena, dalla miniatura all’affresco, il Beato Angelico fu in grado di operare nel campo della decorazione libraria una vera e propria rivoluzione, paragonabile a quella di Masaccio nella pittura, grazie alla sua capacità di introdurre nella miniatura una nuova concezione dello spazio…

La “Crocifissione” del Beato Angelico nel Messale Gerli della Biblioteca Braidense

La Biblioteca Braidense di Milano conserva all’interno del fondo Gerli un Messale ( Gerli 54) risalente al secondo quarto del XV secolo miniato dal Beato Angelico e da altri collaboratori della Scuola di San Marco, in particolare al suo interno si trova una bellissima Crocifissione che già nel 1975 il Boskovits nel catalogo di vendita…

Restaurato il “Codice Sforza” testimonianza della formazione del giovane Ludovico il Moro

Tappa obbligata nel modello di educazione rinascimentale, il libro di retorica più popolare durante il Medioevo e il Rinascimento risalente al 90 a.C., il Rhetorica ad Herennium sarà oggetto di studio anche da parte dal giovane Ludovico Maria Sforza, il futuro Ludovico il Moro che sotto la guida del suo maestro Francesco Filelfo ne realizzerà...

Il Codice Valois, dall’originale alla riproduzione in facsimile

Una immagine dell'edizione in facsimile del Ms.2020 Codice Valois
Il codice pergamenaceo conservato presso il Fondo manoscritti della Biblioteca Casanatense di Roma con la dicitura Ms. 2020 è formato da 147 carte con decorazione miniata costituita da 14 piene pagine e 96 vignette che si riferiscono al contenuto dei testo, il manoscritto ha una legatura conservativa ottocentesca in marocchino rosso su assi di cartone...

Lo splendore di un manoscritto rinascimentale per la corte papale : il Messale Borgia

Redatto secondo le norme del cerimoniale del 1488, il Messale commissionato da Giovanni Borgia alla fine del XV secolo giunse poi in terra d’Abruzzo, nella cittadina di Chieti, grazie a Guido de’ Medici, nipote del pontefice Clemente VII che ne divenne arcivescovo, ed è proprio nella Curia arcivescovile che ancora oggi viene conservato, attraverso ai...

Il facsimile del Messale di San Domenico in mostra permanente al Museo di S. Marco

Come annunciato nei giorni scorsi, l'emittente televisiva RTV38 ha voluto dedicare un servizio all'edizione in facsimile del "Messale di San Domenico" da noi realizzata e conservata in maniera permanente in una teca all'interno della Biblioteca di S. Marco insieme agli antichi codici che ne componevano il patrimonio librario. Intervistata dalla giornalista Patrizia Menghini, la D.ssa...