Archiviato perSalterio

“Quel poco del tempo che riusciamo a strappare alle nostre occupazioni abituali non sopportiamo di trascorrerlo nell’ozio; preferiamo invece dedicarlo all’esercizio della lettura, affinché si rafforzi la disposizione dell’animo nell’acquisire il sapere, senza il quale la vita dei mortali non è condotta in modo degno di uomini liberi (…) voltiamo le pagine dei volumi (…)…

“L’amore per i libri e la cultura” di Federico II rivive nel Libro dei Salmi per Isabella d’Inghilterra

“Quel poco del tempo che riusciamo a strappare alle nostre occupazioni abituali non sopportiamo di trascorrerlo nell’ozio; preferiamo invece dedicarlo all’esercizio della lettura, affinché si rafforzi la disposizione dell’animo nell’acquisire il sapere, senza il quale la vita dei mortali non è condotta in modo degno di uomini liberi (…) voltiamo le pagine dei volumi (…)…

I meravigliosi animalia nel Salterio di Federico II

Salterio di Federico II
E’ un bestiario molto selezionato e di squisita fattura quello che ritroviamo tra le pagine del Salterio di Federico II e che attinge alla tradizione consolidata dell’iconografia liturgica e che accentua le valenze allegoriche date dall’imperiale committenza ed espresse attraverso alcuni simboli ricorrenti come il leone e l’aquila. Un universo faunesco reso realisticamente nei tratti...

L’imago Christi nel Salterio di Federico II

Salterio di Fderico II
La decorazione del manoscritto riccardiano 323, noto anche come Salterio di Federico II e che rappresenta il momento di passaggio tra arte bizantina e arte occidentale è particolarmente ricca di motivi e interessante da analizzare. Oltre alla bellissima e complessa miniatura a tutta pagina del “Beatus Vir” e alle numerose vignette dagli eccezionali cromatismi e...

La Biblioteca Riccardiana, una biblioteca patrizia nella Firenze del XVII secolo

Biblioteca Riccardiana
 Una biblioteca patrizia nella Firenze  del XVII secolo Ricca e illuminata famiglia fiorentina i Riccardi, sotto l’influenza dei Medici e confidando su una solida base economica seppero metter su una delle più interessanti e preziose collezioni, rimaste intatte fino ai nostri giorni e che seppe trovare l’ideale collocazione nella Biblioteca Riccardiana. Fu Riccardo Romolo Riccardi...

La presentazione di Gesù al tempio nel Libro dei Salmi di Federico II

Quaranta giorni dopo la sua nascita Maria e Giuseppe portano il bambino al tempio per affidarlo a Dio, come prescrive la legge ebraica per i primogeniti maschi. E’ la scena della presentazione di Gesù al tempio ultimo atto dei racconti dell’infanzia di Gesù come ci vengono descritti dal Vangelo di Luca e tema della vignetta...

Beatus vir qui non abiit in consilio impiorum, il Salterio di Federico II

La grande miniatura a piena pagina, la carta 14 v “Beatus vir” che all’interno del Libro dei Salmi di Federico II illustra le scene dell’Annunciazione, della Natività e dell’Annuncio ai pastori rappresenta il compendio di tutto l’apparato illustrativo dove si concentra l’attenzione del miniatore ma anche del lettore stesso. Vediamo gli aspetti che caratterizzano questa...

Il dono di nozze di Federico II per la sua Isabella

“ Le poche ore che restano libere dagli impegni di governo preferiamo dedicarle all’esercizio della lettura, affinché si rafforzi la disposizione dell’animo nell’acquisire il sapere, senza il quale la vita dei mortali non è condotta in modo degno di uomini liberi” con queste parole il grande Federico II Hohenstaufen, lo Stupor mundi, l’ imperatore del...