Home / Bibliofili / Un convegno di studi internazionale per Giotto a 750 anni dalla nascita

Un convegno di studi internazionale per Giotto a 750 anni dalla nascita

Sarà in occasione della due giorni organizzata dal  consorzio di valorizzazione e promozione territoriale Mugello Mediceo Giotto e il paesaggio ritrovato” in programma per il 16 e 17 settembre che a Vicchio nel centralissimo  Teatro dedicato all’artista che qui nella vicina collina di Vespignano ebbe i natali che si terrà un importante convegno di studi internazionale organizzato da Angelo Tartuferi ex direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze e massimo studioso di Giotto e della pittura dei cosiddetti Primitivi.

Il Convegno che si svolgerà nella giornata del 16 settembre  avrà per titolo “Intorno a Giotto nel suo Mugello, a 750 anni dalla nascita. Approfondimenti critici e nuove ipotesied ecco nel dettaglio il programma con i prestigiosi interventi.

 

Inizio alle ore 9.00

Saluti delle  Autorità

1)Alessandro Tomei,( Università di Chieti)  “Le architetture dipinte nella Leggenda francescana di Giotto ad Assisi”

2)Victor M.Schmidt, (Università di Utrecht)   “La Navicella di Giotto: una rilettura”

3)Giovanna Ragionieri,(Storica dell’arte)   “Il dialogo tra scultura e pittura nell’età di Giotto”4)Giorgio Bonsanti, ( già Ordinario di Storia e Tecnica del Restauro all’Università di Firenze)  “Ciò che non sappiamo di Giotto”

Ore13.00 Pausa

Alla ripresa dei lavori:

1) Angelo Tartuferi,( Galleria dell’Accademia di Firenze ) “Le botteghe ‘locali’ di Giotto: alcune considerazioni”

2) Enrica Neri Lusanna,(già Ordinario di Storia dell’arte Medievale all’Università di Perugia)  “Magister Ioctus tra scultori e

3) Cecilia Frosinini, Roberto Bellucci, ( Opificio delle Pietre Dure) e ora ha Giotto il grido”: leggere la tecnica, capire lo stile

Discussione finale

A 750 anni dalla nascita di Angelo di Bondone, in arte Giotto, il consorzio di valorizzazione e promozione territoriale “Mugello Mediceo” vi conduce attraverso un originale viaggio sensoriale nell’opera del grande pittore. Due giorni di eventi di assoluto livello per conoscere da vicino la rivoluzionaria pittura dell’artista ed il suo stretto legame con il paesaggio mugellano.

Il Consorzio “Mugello Mediceo” si avvale del prezioso contributo del comitato scientifico appositamente costituito per l’evento e di cui fanno parte: Angelo Prof. Tartuferi storico dell’arte, uno dei maggiori conoscitori dell’opera giottesca, Beatrice Dott.ssa Strozzi, storica dell’arte, Cristina Dott. Acidini storica dell’arte, Franco Prof. Cardini storico medievalista.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *