Home / Collezione / Leonardo 2019, tutte le mostre a Firenze nell’anniversario dei 500 anni dalla morte

Leonardo 2019, tutte le mostre a Firenze nell’anniversario dei 500 anni dalla morte

Firenze si prepara per festeggiare nel migliore dei modi l’anno Leonardiano che cadrà nel 2019 in occasione dell’anniversario dei 500 anni dalla morte e che vedrà in tutto il mondo la realizzazione di eventi e di esposizioni e  dopo la grande anteprima con l’apertura dell’ importante mostra nell’Aula della Biblioteca Magliabechiana all’interno della Galleria degli Uffizi dal titolo “L’acqua microscopio della natura. Il Codice Leicester di Leonardo da Vinci” a cura di Paolo Galluzzi anche l’amministrazione comunale rende noto il ricco calendario di eventi in programma per rendere omaggio al genio vinciano. A parlarne è stato il Sindaco di Firenze Dario Nardella in occasione della prima conferenza delle capitali europee della cultura in corso a Firenze a Palazzo Vecchio .

Il 2019 sarà l’anno Leonardiano e per Firenze sarà un anno straordinario – ha sottolineato il Sindaco di Firenze – : oltre alla mostra sul Codice Leicester avremo tre mostre dedicate al genio di Vinci: una dedicata al Verrocchio, una sul Codice Atlantico, e una sui suoi studi di botanica”. “Avremo tre eventi portanti – ha spiegato Nardella -: il primo sarà la mostra sul Verrocchio a Palazzo Strozzi, dedicata al maestro di Leonardo, e il Comune presterà il Putto con delfino. In primavera porteremo poi a Palazzo Vecchio una selezione delle tavole del Codice Atlantico custodito alla biblioteca Ambrosiana di Milano grazie alla disponibilità del professor Lorenzo Ornaghi, ex ministro dei beni culturali, e con la curatela della professoressa Cristina Acidini: le tavole sono state selezionate sulla base del lavoro che Leonardo ha fatto a Firenze, sarà una mostra innovativa e inedita nel suo genere. E infine chiuderemo con un altro progetto dedicato agli studi di Leonardo per la botanica, questo grazie a una collaborazione con Aboca, nostra partner nella gestione delle farmacie, per una esposizione che si svilupperà nella seconda parte dell’anno”.“Il 2019 – ha concluso – si aprirà quindi sotto i migliori auspici per l’anno Leonardiano e per Firenze. La nostra città si conferma capitale mondiale della cultura, un valore che riempie di orgoglio i fiorentini e che dà la giusta luce a molte nostre istituzioni culturali”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *