Home / Bibliofili / I Volti della Vergine, Maria Madre di Misericordia

I Volti della Vergine, Maria Madre di Misericordia

Volti della Vergine (Cofanetto)

« “ Prega per noi Stella del Mattino, Porta del Cielo, Rosa mistica. Prega per noi Regina della Pace, Regina degli Angeli, Regina dei Martiri…”  Come gli anelli d’oro di una lucente corona – scrive Antonio Paolucci nel saggio  Benedicta tu es in mulieribus – splendevano nelle litanie, l’amore del popolo cristiano nei confronti dell’Ausiliatrice celeste, la fiducia verso la Madre misericordiosa, l’omaggio alla Sovrana del Cielo e, più di ogni altra cosa, la pura bellezza della Donna vestita di sole. Pensate alle litanie lauretane, recitatele dentro di voi – possibilmente in latino – e avrete la chiave spirituale più adatta per commentare la superba selezione di immagini che Ludovica Sebregondi ha raccolto attraverso diciotto secoli di arte cristiana.»

Con queste parole il prof. Antonio Paolucci ci introduce alla lettura de I Volti della Vergine, la grande edizione di pregio dedicata alla rappresentazione del Volto di Maria nell’arte, attraverso i secoli. In centoventidue immagini abbiamo sintetizzato un numero infinito, in cui, nel corso dei secoli il Volto della Madonna è stato raffigurando, per mostrare, attraverso le opere dei maggiori artisti, italiani e internazionali, lo sviluppo dell’immagine mariana, nei diversi tempi e nelle diverse culture.

L’accurata scelta è stata realizzata dalla storica dell’arte Ludovica Sebregondi e in molti casi le riproduzioni sono grandi come l’opera nella sua dimensione reale, dando l’opportunità all’osservatore di cogliere ogni dettaglio e ogni sfumatura, nel paesaggio, nell’ambientazione, nell’espressione dei volti. All’attenzione per la scelta delle immagini e la loro riproduzione tecnica si unisce un rigore scientifico per i testi che si fanno apprezzare anche per la piacevole lettura.

Oltre al saggio di apertura di Antonio Paolucci, il viaggio attraverso le rappresentazioni mariane prosegue con l’ausilio delle dettagliate schede di Ludovica Sebregondi che accompagnano ogni tavola. La loro penna ha tracciato per noi un fil rouge che segue le immagini dei Volti di Maria nella loro espressione più alta: l’iconografia di una donna che per generazioni di credenti è stata e continuerà ad essere “Madre di Misericordia”.