Home / Collezione / Dall’antica cartografia della Sicilia il progetto Terra di me di Bianco-Valente per Manifesta 2018

Dall’antica cartografia della Sicilia il progetto Terra di me di Bianco-Valente per Manifesta 2018

E’ formata da circa mille fogli la collezione Opere grafiche della Fondazione Sicilia, una ricca selezione di carte geografiche e topografiche che vanno dal XVI al XIX secolo, incentrate soprattutto sulla Sicilia e che fanno parte del nuovo allestimento di Villa Zito a Palermo. Un viaggio attraverso la rappresentazione dell’isola e delle sue città che va da Ortelio e Mercatore, “i padri della geografia moderna” per arrivare fino a Seutter, uno dei più importanti cartografi del XVIII secolo.

E’ da qui che è partito il lavoro di Bianco-Valente dal titolo Terra di me in mostra a Palazzo Branciforte fino al 30 settembre 2018. Il duo artistico formato da Giovanna Bianco e Pino Valente che dal 1994 ha iniziato un progetto artistico che dalla dualità corpo-mente si è con gli anni spostato ad indagare i nessi interpersonali, per questo progetto, in occasione di Manifesta 2018, ha innescato un dialogo con alcune delle mappe della prestigiosa collezione per arrivare a una riflessione sul viaggio e sulle migrazioni e di come sia cambiata l’idea di Mediterraneo, da strumento di diffusione culturale ed economico del periodo classico a quella che da molti oggi viene considerata una barriera, perdendo di vista l’elemento culturale e storico che ha fatto del Mediterraneo il luogo in cui si è generata e diffusa la cultura occidentale.

Durante i primi mesi dell’anno infatti gli artisti si sono incontrati con un gruppo di migranti con i quali è stato attivato uno sguardo reciproco sul tema dell’immaginario e della narrazione, volto ad esplorare punti di contatto e ad intrecciare esperienze individuali.

Le rappresentazioni cartografiche della Sicilia e del Mediterraneo realizzate tra la seconda metà del Cinquecento e la fine del Settecentoha sottolineato il Presidente della Fondazione, Raffaele Bonsignore – rivivono di luce nuova attraverso lo sguardo di Bianco-Valente; il dialogo tra passato e presente, oggi più che mai necessario, diventa strumento per illuminare il futuro.

Terra di me, promosso e sostenuto dalla Fondazione Sicilia in occasione di Manifesta 2018 è stato ideato e organizzato da Sicily Art and Culture e da Civita Sicilia con la collaborazione del CRESM e inserito nel programma di Palermo Capitale italiana della cultura 2018. Sponsor dell’evento è UniCredit, uno dei principali gruppi bancari europei che promuove la diffusione della cultura come motore di sviluppo sociale ed economico sostenibile e strumento per l’apertura al dialogo, per la produzione e circolazione di idee e innovazione. UniCredit si impegna attivamente nell’ideazione e produzione di progetti volti ad avvicinare la cultura a un pubblico vasto e a promuovere l’educazione delle generazioni più giovani.

www.palazzobranciforte.it

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *