Home / Fountain pen / Pirandello, una stilografica in limited edition per “Uno, nessuno e centomila”

Pirandello, una stilografica in limited edition per “Uno, nessuno e centomila”

Il 10 dicembre del 1936 moriva Luigi Pirandello. Appena due anni prima, nello stesso giorno, riceveva il Premio Nobel con la seguente motivazione dell’Accademia svedese “per il rinnovamento ardito e ingegnoso dell’arte drammatica e della scena”. Fu in occasione delle riprese del film tratto da “Il fu Mattia Pascal” interpretato da Pierre Blanchard che il regista Pierre Chenal stava girando a Cinecittà che un’improvvisa e violenta polmonite distruggerà i suoi polmoni di accanito fumatore mettendo fine ai suoi giorni.

Il giorno seguente, la nebbia infradiciava gli ultimi fiori secchi di quel giardinetto dietro a quel cancello di Via Antonio Bosio – scriverà l’amico Corrado Alvaro nella prefazione a Novelle per annoUn povero cavallo attaccato al carro dei poveri era fermo sulla strada bagnata, tutto puntato in avanti per non scivolare. Veniva fatto di scorgere ogni cosa come il maestro l’avrebbe veduta. La bara di abete tinto da poco con una mano di terra bruna, fu collocata sul carro, e i pochi amici rimasero fermi al cancello a vederla partire verso gli alberi brumosi in fondo al viale”. Vengono così eseguite le disposizioni testamentarie lasciate dal maestro che si concludevano con la cremazione del corpo e le ceneri nel caso non fosse possibile la loro dispersione “murate in qualche rozza pietra nella campagna di Girgenti, dove nacqui”.

Così fu dato corso ai suoi ultimi desideri. Le ceneri furono infatti murate sotto il pino solitario vicino alla villa  Caos che lo aveva visto nascere, davanti al mare. Ed è proprio al grande drammaturgo di tutti i tempi, Luigi Pirandello che Vallecchi ha voluto dedicare una stilografica in edizione limitatissima di 150 pezzi numerati, dalle caratteristiche uniche.

Il paesaggio etneo e il vulcano siciliano fanno da sfondo, com’è naturale, a numerose opere di Luigi Pirandello, è per questo che Vallecchi ha voluto celebrare questo grande personaggio della cultura di tutti i tempi con una stilografica in Lava dell’Etna, un materiale molto antico e al tempo stesso innovativo nella produzione di strumenti di scrittura.

Oltre il 50% è la percentuale di purissima Lava Basaltica che combinata a resine e secondo formule brevettate e segrete ha dato vita ad un materiale dalle proprietà straordinarie e adatto alla realizzazione di strumenti di scrittura. Virtualmente infrangibile e con un alta capacità di assorbire gli urti, ignifuga, igroscopica con un feeling pastoso al contatto, sono gli elementi che  fanno della stilografica “Luigi Pirandello” uno strumento altamente innovativo nel campo della scrittura. Le parti metalliche sono in argento, lo stantuffo di riempimento in titanio, mentre sulla stilografica è montato un esclusivo pennino Palladio 23 Kt 920 Dreamtouch che non necessita di pressione per scrivere, ma traccia con dolcezza le parole per una scrittura che non avete mai immaginato.

 Stilografica Vallecchi “Luigi Pirandello”

Materiale : Lava Basaltica dell’Etna

Pennino : 23 Kt. 950 Palladio Dreamtouch

Riempimento : High Vacuum Power Filler ® e Piston Filler per la regular size

Luigi Pirandello | Stilografica da collezione

 

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *