fbpx
Home / Stilografica da collezione Raffaello Sanzio

Stilografica da collezione Raffaello Sanzio

  • La Stilografica – “Raffaello Sanzio” realizzata dalla Visconti in esclusiva per Vallecchi 1903, è in resina color avorio, argento.
  • Minuterie in argento massiccio, incisioni sul fusto con la tecnica dello scrimshaw.
  •  sul cappuccio la firma di Raffaello Sanzio in inchiostro nero.
  • Le incisioni sul fusto riproducono il disegno “San Giorgio a cavallo uccide il drago” 1504-1505 conservato al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi.
  • Il sistema di caricamento è a doppio serbatoio o Refill A40.
  • Il pennino è in Palladio.
  • La tiratura è  limitata a soli 50 esemplari numerati.

Scrimshaw è il nome dato alle incisioni e intagli eseguiti su ossa o avorio

Di solito si riferisce al lavoro manuale che i cacciatori di balene facevano con le ossa e i denti delle loro prede. Prende la forma di incisioni lavorate che creano immagini e scritte sulla superficie, con l’incisione evidenziata usando un pigmento colorato.

L’utilizzo della tecnica scrimshaw è apparsa sulle navi baleniere tra il 1745 e il 1759 sull’Oceano Pacifico ed é sopravvissuta fino al divieto di caccia alle balene a fini commerciali. Il primo scrimshaw fu fatto con ami da pesca e il movimento della nave, così come l’abilità dell’artista, produceva disegni di diversi livelli per dettaglio e maestria. Gli artisti di oggi utilizzano utensili più accurati di varie dimensioni, prevalentemente derivanti dall’industria dentale. Alcuni “scrimshanders”utilizzano nei loro lavori più di un colore, e gli esempi policromi prodotti con questa arte sono ora popolari.

Richiesta Informazioni

    Voglio essere iscritto alla newsletter sulle stilografiche

    Stilografica Raffaello

    Un altro anniversario importante ci attende nei prossimi mesi, nel 2020 infatti cadranno i 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio avvenuta a Roma il 6 aprile del 1520. Pittore e architetto italiano tra i più celebri del Rinascimento Raffaello è stato un faro dell’arte rinascimentale e il linguaggio della sua opera ha segnato in maniera fondamentale lo sviluppo dell’arte dei secoli seguenti dando vita alla scuola del manierismo, divenendo così un modello per tutte le Accademie fino alla prima metà dell’Ottocento.

    Firenze  1903 che nella tradizione della sua produzione di stilografiche da collezione  ha celebrato i grandi protagonisti del genio italiano ha voluto omaggiare la figura di  Raffaello Sanzio con una stilografica nell’anno del Cinquecentenario dalla morte.

    Protagonista del decoro non poteva essere che il disegno e tra i tanti ci siamo ispirati a quello dedicato a  San Giorgio a cavallo uccide il drago datato 1504-1505conservato al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e che fa parte della collezione “Uffizi. I Disegni più belli”, il cofanetto di disegni in edizione limitata da noi realizzato.

    I fogli giovanili di Raffaello sono una testimonianza fondamentale nella storia del disegno italiano in cui veniva ricercata l’ armonia e l’equilibrio tra le parti quale fonte e origine della bellezza. Se tali principi risentono della scuola del Perugino, dal punto di vista tecnico ed espressivo i debiti sono con Leonardo e Michelangelo. La lezione di Leonardo è evidente nel disegno del San Giorgio, preparatorio per una tavoletta oggi conservata al Louvre, dove le principali linee di contorno furono perforate per consentire il trasferimento del disegno.

    Un’opera caratterizzata dal movimento, nel gesto del San Giorgio a cavallo che sta per colpire il drago con la spada e  che ben si adattava ad essere immortalata sulla superficie sferica del corpo della stilografica dove è stata riprodotta con l’antica tecnica artigiana dello Scrimshaw.

    Un tiratura limitata di soli 50 esemplari per la stilografica Raffaello Sanzio realizzata da Visconti per Firenze 1903,  prodotta interamente a mano,  in resina color avorio con le rifiniture in argento massiccio, sistema di riempimento a doppio serbatoio o Refill A40. La stilografica monta un pennino grande in Palladio  e ha una garanzia di due anni. Sul cappuccio è stata riprodotta in inchiostro nero  la firma di Raffaello a suggello di un anniversario di un grande personaggio della nostra storia che era doveroso da parte nostra celebrare.

    Rispondi

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *