Home / Editoria di pregio / DISEGNI LEONARDO / Leonardo da Vinci. Ad Artigianato e Palazzo è di scena il maglio del Battiloro e l’Uomo Vitruviano d’oro

Leonardo da Vinci. Ad Artigianato e Palazzo è di scena il maglio del Battiloro e l’Uomo Vitruviano d’oro

 Tra le numerose iniziative dedicate all’anniversario dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci segnaliamo la Mostra Principe “Leonardo e il battiloro” che si svolgerà all’interno della manifestazione Artigianato e Palazzo dal 16 al 19 maggio all’interno del Giardino Corsini a Firenze,  tra i fogli del Codice Atlantico infatti si conserva un disegno che Leonardo realizzò per una macchina dedicata alla  lavorazione del prezioso metallo.

 La mostra, ambientata nella Limonaia piccola del Giardino Corsini, ripropone la storia dell’azienda fiorentina Giusto Manetti Battiloro fondata nel 1820 e  che  da oltre quindici generazioni, grazie alle moderne tecnologie e alla tradizione di una produzione artigianale unica, come la creazione della foglia oro e della foglia argento , si è affermata in tutto il mondo. I visitatori potranno così ammirare la lavorazione di questo prodotto attraverso le fasi del processo, dal lingotto fino alla foglia sottilissima dello spessore di pochi decimi di micron.  Una produzione attenta e meticolosa, con oltre venti controlli di qualità, che dopo una fusione a oltre 1.000 gradi di temperatura e più lavorazioni per la durata complessiva di 10 ore, raggiunge un prodotto finito che ha le caratteristiche necessarie per le più diverse applicazioni nell’arte della doratura dal restauro di monumenti, alla decorazione di complementi d’arredo, architetture antiche o contemporanee in tutto il mondo.

Da oltre venti anni, la Giusto Manetti Battiloro fornisce i propri prodotti per i più importanti restauri di architetture e monumenti in tutta la Russia e non solo. Tra i principali restauri ricordiamo: Tsarkoye Selo a San Pietroburgo, Kremlino e Bolshoy Teatr a Mosca, il Blagoveshensky Monastyr, la Chiesa di San Giovanni Battista a Nizhny Novgorod, la Cattedrale navale di San Nicola a Kronštadt ed il Monastero di Santo Trinità Serafini- Diveevo, Diveeno. Inoltre, le foglie d’oro prodotte dalla Giusto Manetti Battiloro, sono state usate per gli attuali restauri della Chiesa Russa Ortodossa della Natività di Firenze, al centro della raccolta fondi “Memorie di Russia a Firenze” promossa dagli organizzatori di Artigianato e Palazzo.

In occasione della XXV edizione di Artigianato e Palazzo, Manetti Battiloro ha riprodotto integralmente, con materiali originali ed una lavorazione totalmente manuale, secondo l’originale disegno di Leonardo presente nel Codice Atlantico, l’antica macchina nota con il termine di Macchina per Battiloro; una macchina pensata per una delle attività economiche più importanti del tempo, capolavoro di ingegneria meccanica, impiegata per la produzione di lamine da sbalzo, usate per la foglia d’oro ma anche per medaglie e monete. Simone Beneforti, maestro artigiano e uno dei maggiori esperti a Firenze nell’applicazione di questo elemento e che dal 1946 si occupa di conservazione e restauro d’opere d’arte attraverso l’utilizzo di foglia d’oro, ha realizzato, per l’occasione,  un pannello della grandezza di due metri per due,  rappresentante l’Uomo vitruviano di Leonardo per mostrare, di fatto, i minuziosi passaggi dell’arte della doratura; una tecnica artistica ornamentale le cui origini si perdono nei secoli ma che a Firenze ha trovato il massimo splendore.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *